HomeNotizie

La bellezza della vocazione

Like Tweet Pin it Share Share Email

La chiamata di Dio alla vocazione religiosa e' un privilegio speciale e stupendo.

Guardando il video dove Padre Raniero Cantalamessa incontra un gruppo di suore in Spagna, fra cui molte novizie, si rimane incantati dal vedere come queste giovani ragazze amino con tutto il loro cuore Gesu'!

Maria, Mamma di Gesu' e Mamma Nostra, ti prego facci amare Gesu' come tu lo ami! Dacci questa grazia, abbiamo bisogno di amarLO con tutto il nostro essere, con tutta la nostra anima, con tutto il nostro cuore! L'Amore, il vero AMORE, quello che solo Gesu' ci puo' dare, scaccia il timore, mette luce alle nostre tenebre, ci porta ad una vita nuova, la vera VITA in Cristo!

 

 

 

LA PREGHIERA DELLA MAMMA

O Signore Gesu', che hai deposto nel cuore di tutte le donne, il desiderio del dono di se', fammi la grazia di avere un figlio che un giorno venga a confidarmi: mamma voglio diventare sacerdote. Quale dono piu' bello potrei presentarti, o Signore, se non offrirti la mia stessa Creatura? Tu, Gesu', permetti spesso che la vocazione di un figlio, prenda inizio nel cuore della sua mamma.

Ti domando di mettere nel mio cuore le virtu' sacerdotali: la purezza, la generosita', lo spirito di sacrificio e tanto amore, perche' questo figlio trovi terreno propizio al fiorire della sua vocazione se tale e' la tua volonta'. Se poi, o Signore, la tua volonta'  fosse un'altra accogli le mie preghiere affinche' i giovani che sentono la Tua chiamata ad una donazione totale, abbiano il coraggio di rispondere generosamente al tuo progetto.

Vergine Immacolata, madre e regina degli Apostoli, la cui gioia immensa fu di essere genitrice dell'unico, vero e santo sacerdote, Gesu' di Nazareth, ascolta ed esaudisci il mio desiderio di madre, che affido al tuo cuore materno, insieme a tante mamme del mondo. Fa' o Maria che accanto all'altare del tuo Gesu', vi sia anch'io, se non come madre di un figlio Sacerdote, Religioso o Religiosa, almeno come collaboratrice. E cosi sia.

Preghiera del Santo Padre

Signore Gesù, come un giorno hai chiamato i primi discepoli per farne pescatori di uomini, così continua a far risuonare anche oggi il tuo dolce invito: "Vieni e seguimi!". Dona ai giovani e alle giovani la grazia di rispondere prontamente alla tua voce!

Sostieni nelle loro fatiche apostoliche i nostri Vescovi, i sacerdoti, le persone consacrate. Dona perseveranza ai nostri seminaristi e a tutti coloro che stanno realizzando un ideale di vita totalmente consacrato al tuo servizio.

Risveglia nelle nostre comunità l'impegno missionario. Manda, Signore, operai nella tua messe e non permettere che l'umanità si perda per mancanza di pastori, di missionari, di persone votate alla causa del Vangelo. Maria, Madre della Chiesa, modello di ogni vocazione, aiutaci a rispondere di "Sì" al Signore che ci chiama a collaborare al disegno divino di salvezza. Amen

 

 

DOLCE SENTIRE!

Preghiamo per i Sacerdoti

Abbiamo bisogno di preti, Signore, ma di preti fatti del tuo stampo; non vogliamo sgorbi, non vogliamo occasionali, ma preti autentici, che ci trasmettano te senza mezzi termini, senza ristrettezze, senza paure. Vogliamo preti "a tempo pieno", che consacrino ostie, ma soprattutto anime, trasformandole in te; preti che spendano il loro sacerdozio anziche' studiare di salvaguardarne la dignita'

Sai bene, Signore, che l'uomo della strada non e' molto cambiato da quello dei tuoi tempi; ha ancora fame; ha ancora sete; fame e sete di te, che solo tu puoi appagare. Allora donaci preti stracolmi di te, come un Curato d'Ars, preti che sappiano irradiarti; preti che ci diano te.

Di questo, solo di questo noi abbiamo bisogno.

Perdona la mia impertinenza: tieniti i preti dotti, tieniti i preti specializzati, i preti eloquenti, i preti che san fare schemi, inchieste, rilievi. A noi, Signore, bastano i preti dal cuore aperto, dalle mani forate, dallo sguardo limpido. Cerchiamo preti che sappiano pregare piu' che organizzare, preti che sappiano parlare con te, perche' quando un prete prega, il popolo e' sicuro.

Oggi si fanno inchieste, si fanno sondaggi su come sara', su come la gente vuole il prete. Non ho mai risposto a queste inchieste, ma a te, Signore, posso e voglio dirlo: il prete io lo voglio impastato di preghiera.

Donaci, o Signore, preti dalle ginocchia robuste, che sappiano sostare davanti a te, preti che sappiano adorare, impetrare, espiare; preti che non abbiano altro recapito che il tuo Tabernacolo. E dimenticavo: rendici degni di avere tali preti.

Comments (0)

Lascia un commento